Mountain bike elettriche

La bicicletta è, senza alcuna ombra di dubbio, uno dei mezzi di trasporto più utilizzato per spostarsi sia in città che in percorsi più avventurosi. Leggera e silenziosa, anche se leggermente più ingombrante, la bicicletta viene utilizzata da una gamma vastissima di utenti che va dai professionisti fino agli studenti passando anche per gli appassionati di sport outdoor o per chi, molto più semplicemente, ha bisogno di qualcosa per le proprie commissioni.

Come tutti i possessori di bicicletta sanno benissimo, gli sportivi in particolar modo, mantenere un ritmo di pedalata abbastanza costante è piuttosto faticoso ed è quindi per questo motivo che sono nate le biciclette elettriche con un sistema di pedalata assistita.

Tale sistema si è esteso dunque alle biciclette pieghevoli, alle city bike e persino ai monopattini elettrici, ma non bisogna dimenticare che anche la cara vecchia moutain bike (detta anche rampichino) ha visto una svolta elettrica.

Ma in cosa consiste esattamente e quali sono i cambiamenti principali? Adesso cercheremo di rispondere assieme a queste ed a molte altre domande. Prima di tutto, è quantomai ovvio che la componente elettrica di questo nuovo tipo di mountain bike va ad aiutare la pedalata ed a garantire una stabilità ed una resistenza anche in curva.

Ci sono dunque 3 tipi diversi di pedalata (Eco, Normal e Sport) che vanno a sposarsi perfettamente con un’autonomia complessiva di ben 50 chilometri!

Oltre a questo, la mountain bike elettrica è dotata di un motore brushless da 250 watt per affrontare al meglio di percorsi più aspri grazie anche alle ruote da 27,5 pollici che vanno ad ospitare due pneumatici Off Road ad alta resistenza per lo sportivo che non deve chiedere mai. Sportivo che potrà poi sbizzarrirsi con ben 7 rapporti diversi (Shimano modello Tourney) per dare il meglio su ogni tipo di terreno ed ogni pendenza.

Non va poi scordata l’uscita USB per ricaricare smartphone, tablet e navigatore. Ma, sempre a proposito di ricarica, dobbiamo anche citare la batteria estraibile (di soli 2 chili) che sarà pronta a funzionare in sole 3 o 4 ore.

E pensare che tutto ciò, inclusa la batteria, pesa solo 23 chili, praticamente è niente rispetto al carico tecnologico di questo particolare tipo di prodotto!

Ma, una volta detto questo, dove è possibile trovare una mountain bike elettrica non troppo costosa senza però risparmiare sulla qualità? Tenendo sempre conto che anche un modello “classico”, quello che si è sempre usato insomma, non è sempre economico e quando lo è ha degli svantaggi non da poco.

Comunque sia, per rispondere a questa domanda, vi consigliamo di dare una bella occhiata approfondita ad un catalogo vasto e completo come è Import For Me!

Al suo interno, sfogliando le diverse pagine, vi consigliamo di soffermarvi su un prodotto davvero eccezionale come la mountain bike elettrica IFM con batteria al litio 36V8Ah disponibile nelle eleganti doppie colorazioni verde e nero e blu e nero. Scegliete dunque il colore che più vi ispira e preparatevi a conquistare ogni tipo di percorso in outdoor.

Go to Top